Comunità Educativa di Accoglienza con interventi ad integrazione Sociosanitaria

Via Pacoret de Saint Bon, 3/2, Genova Multedo.

Tel. 010.6987554


La Comunità Educativa di Accoglienza "Villa Perla" operativa dal 1979 è accreditata dal Comune di Genova.

La Comunità ospita ragazzi e ragazze tra gli 12 e i 18 anni di ogni nazionalità per i quali i Servizi predispongono l'allontanamento temporaneo dal nucleo di origine e l'inserimento in una struttura capace di favorire l'armonico sviluppo della personalità e l'espletamento di progetti educativi, di scolarizzazione e di inserimento lavorativo attraverso un'adeguata "presa in carico" da parte di Educatori Professionali.

La C.E.A.S. Villa Perla, autorizzata al funzionamento tramite Aut. n°11/99 del 05/11/1999, si trova in Via Pacoret de Saint Bon 3, in località Multedo (Genova) ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. 

L'appartamento risponde alle esigenze delle normative vigenti ed è composto da una zona giorno e da una zona notte, dispone inoltre di un ampio giardino.

La zona notte consta di 6 stanze da letto di cui: 3 singole, 2 doppie, 1 tripla, per un totale di 10 posti letto di cui 9 accreditati; 2 bagni; 1 stanza Educatori.

La zona giorno consta di: 1 ingresso, 1 cucina, 1 dispesa, 1 lavanderia, 2 bagni, 1 refettorio, 1 sala polivalente, 1 sala studio/biblioteca, 1 sala giochi, 1 ufficio.

All'interno della struttura, operano 1 Coordinatore, 6 Educatori, 1 addetto alle pulizie; tutto il personale è in possesso dei titoli richiesti per lo svolgimento della propria mansione.

Il Servizio è aperto 365 giorni all'anno, 24 ore su 24 ed opera in stretto contatto con i Servizi Sociali invianti con cui si prevedono di norma incontri di verifica con una calendarizzazione per lo più mensile ed aggiornamenti settimanali da parte della Responsabile.

All'interno della struttura è presente una cucina utilizzata per la produzione giornaliera dei pasti da parte degli educatori. La catena alimentare all'interno della struttura è controllata dal punto di vista igienico-sanitario attraverso l'implementazione di Autocontrollo aziendale mediante metodologia HACCP. Il menù è variabile su base quindicinale e tiene in considerazione le esigenze alimentari dei ragazzi con una dieta equilibrata. E' possibile inoltre usufruire di una dieta personalizzata per motivi religiosi o prescrizioni mediche.

Finalità e Modalità dell'intervento Educativo

Il lavoro educativo si basa su una metodologia che pone al centro la relazione educativa adulto-ragazzo.

Obiettivo dell'educatore è quello di fornire al minore figure adulte di riferimento in grado di sostenerlo da vicino, di comprendere le ragioni personali, familiari e sociali delle sue difficoltà ed aiutarlo a superarle, attraverso il rafforzamento dell'autostima, della fiducia in se stessi e della possibilità di riuscire.

Scopo dell'inserimento è quello di garantire protezione e tutela attraverso interventi di accoglienza ed interventi educativi individualizzati, che utilizzano il P.E.I. (Progetto Educativo Individualizzato), quale strumento di monitoraggio di questi percorsi, che contiene gli obiettivi specifici, gli strumenti ed i metodi per il loro raggiungimento, i tempi di realizzazione e le modalità di verifica finale ed in itinere.

Accanto alle attività di vita quotidiana, che fanno riferimento alla scansione giornaliera del tempo, vengono proposte attività ludiche, sportive, di laboratorio, attività estive e soggiorno, che hanno lo scopo di stimolare la partecipazione, sviluppare capacità di entrare in relazione con gli altri, favorire il reinserimento sociale.

prev next
  • CEA
  • CEA
  • CEA
  • CEA
  • CEA
  • CEA
  • CEA
  • CEA

Modalità d'accesso, Inserimento e Dimissione

La richiesta d'inserimento è presentata alla C.E.A. dal servizio che ha in carico il caso, attraverso la "scheda di segnalazione" che indica le motivazioni che hanno portato alla presentazione della richiesta.

A seguito di ciò, il coordinatore, entro 15 giorni dalla segnalazione, contatta l'A.S. di riferimento del caso e si procede ad un incontro congiunto per approfondire le caratteristiche del minore e della sua famiglia ed il relativo progetto d'inserimento nel quale sono definiti:

  • le finalità dell'accoglienza;
  • gli obiettivi dell'intervento;
  • i tempi previsti e le modalità di verifica;
  • la rete d'interventi in atto con la quale relazionarsi.

Successivamente, durante la riunione d'equipe si decide in merito all'inserimento definitivo, sulla base della compatibilità con il gruppo ragazzi già presenti in struttura, la tipologia del problema e la connessione con le risorse della rete, e, nel caso di una decisione positiva, si stabilisce un primo incontro con il minore, i Servizi e la famiglia (dove possibile), presso la C.E.A., alla presenza del Coordinatore che ha il compito di spiegare allo stesso le regole di convivenza all'interno della C.E.A. e di definire il "Contratto educativo", le modalità per la definizione della data d'ingresso, i tempi e le modalità di socializzazione iniziale, le modalità di verifica del primo impatto del minore con la comunità.

Nella fase d'inserimento particolare cura viene dedicata all'accoglienza e conoscenza del minore ed al suo ambientamento nella comunità e nel gruppo ragazzi già inseriti, quando è possibile si inizia con uno o due pranzi in struttura per le presentazioni reciproche ed un graduale accompagnamento alla nuova sistemazione.

La procedura relativa alle dimissioni, che rappresentano un passaggio delicato nella vita del minore, che prevedono un accompagnamento alla nuova sistemazione e che sono concordate con il Servizio Sociale inviante, il minore e , ove possibile, con la sua famiglia, si attiva per:

  • raggiungimento degli obiettivi prefissati;
  • il sopraggiungere di problematiche non riscontrabili all'inizio del percorso comunitario, che rendono da una parte inadeguata la struttura alle esigenze del minore e dall'altra parte la sua presenza rispetto al gruppo dei minori già inseriti;
  • agiti gravi messi in atto in modo continuativo ed insistente dal minore e rispetto ai quali siano risultati inefficaci gli interventi.

Contattaci

Leggi la nostra informativa sulla Privacy.


Dove siamo?

Tutti i diritti Riservati